ASTRACON 2k+8: PROGRAMMA DEFINITIVO

(da: Fantascienza.com)

Le voci si erano rincorse per settimane, conferme e smentite, silenzi carichi di incertezze e di dubbi, ipotesi e sospetti; persino su queste pagine ci eravamo lasciati andare a qualche coraggiosa anticipazione, immaginando cosa avrebbe potuto offrire agli appassionati di fantascienza la nuova convention che si stava progettando in quel di Villasanta (Monza). I mormorii che avevamo raccolto sottobanco si sono rivelati fondati, ciò che allora avevamo suggerito come possibili ingredienti fondamentali del piatto AstraCon 2008 ci sono davvero tutti ma, con nostra grande sorpresa, abbiamo scoperto che la pietanza è ancora più ricca e gustosa di quanto avevamo immaginato.

Tre giorni traboccanti iniziative, incontri, spettacoli, cortometraggi, mostre, presentazioni, tutto all’insegna della fantascienza italiana. Eggià, italiana.

E’ questa la vera novità dell’AstraCon 2008, un Festival interamente e completamente dedicato alla fantascienza di casa nostra, pensata, scritta, filmata, disegnata, suonata, persino recitata da chi pensa nella lingua di Dante e Petrarca.

Non è un rifiuto all’immensa e annichilente tradizione anglosassone, la fantascienza è per un milione di ragioni soprattutto sciencefiction ma in Italia stiamo assistendo ad uno sviluppo (un’esplosione) della produzione di genere non solo per quantità ma anche per qualità (basti pensare al Connettivismo). Da qui, dal vedere ogni giorno nuove intraprendenti esperienze di sf italiana è nata l’idea di poter raccogliere tutti coloro fanno direttamente e indirettamente fantascienza in Italia attraverso forme espressive diverse: poesia, teatro, film, corti, letteratura, arte figurativa, fotografia, musica, ecc. e riunirli sotto lo stesso tetto per tre giorni filati.

E’ nata così, semplicemente, AstraCon 2008.

Ecco il programma:

AstraCon 2008
18-19-20 aprile 2008

presso CineAstrolabio, via Mameli 8, Villasanta (Monza)

Venerdì 18 — Sala A

ore 18.00

Vernissage delle mostre di Giorgio Raffaelli (Iguana Jo) e Michelangelo Miani: la fantascienza nella pittura e nella fotografia. Le opere dei due artisti resteranno esposte per tutti i tre giorni del Festival.

 

ore 21.00

Star Wars — Dark Resurrection vol. I (www.darkresurrection.com) fan film liberamente tratto dalla ormai mitica saga di George Lucas. Scritto e diretto da Angelo Licata e prodotto dallo stesso regista e da Davide Bigazzi, curatore del 3d, un’opera che non ha nulla da invidiare alle grandi produzioni hollywodiane. Un colossal italiano per rivivere le atmosfere della saga più famosa al mondo.

A seguire incontro con Riccardo Gallino, modellatore 3d, per scoprire i segreti e i dietro le quinte di Dark Resurrection.

 

ore 23.00

Discanto live: concerto di musica prog. Un album concept dedicato alle costellazioni dello Zodiaco, un viaggio attraverso le stelle in musica per inaugurare l’apertura di AstraCon 2008.

 

Venerdì 18 — Sala B

 

ore 18.00

GDR: l’associazione Sesto Continente animerà la sala con presentazione di giochi di ruolo e session di gioco gestite dai loro Master.

 

Sabato 19 — Sala A

 

ore 15.00

Nathan Never on Stage: incontro con Michele Medda, creatore e autore di Nathan Never e Legs Weaver. Medda racconterà quali novità aspettano l’Agente Alfa di Casa Bonelli per il prossimo futuro. Saranno esposte anche le tavole originali realizzate dai migliori disegnatori di Nathan Never.

 

ore 17.30

Cortometraggi: comincia la rassegna di cortometraggi che vedrà proiettati sul grande schermo: E:D:E:N, The Silver Rope, La 31° Ora, Last Blood, Con gli occhi di domani, e una serie di trailer di corti che ci aspettano per il 2009: Pathos e MGS philantropy.

 

ore 19.00

In scena — Sentinella: tratto dall’omonimo racconto di Fredric Brown, è uno spettacolo di Microteatro che stravolge i punti di vista. Un mondo affascinante, un altro pianeta, occhi alieni. Messo in scena dalla cooperativa Tangram di Vimercate, uno spettacolo seducente. La fantascienza si fa teatro.

 

ore 21.00

Cortometraggi: continua la rassegna dei cortometraggi, oltre ai film, saranno presenti i registi, gli autori, gli attori e verranno proiettati i Back Stage.

 

Sabato 19 — Sala B

 

ore 14.30

GDR: l’associazione Sesto Continente animerà la sala con presentazione di giochi di ruolo e session di gioco gestite dai loro Master

 

ore 21.00

NEXTCON II: Il Connettivismo in Atto.

Riprendendo le fila del discorso iniziato nel 2007, i connettivisti si trovano nuovamente in Brianza per portare all’attenzione del pubblico le loro opere. Presenteranno racconti, poesie, cortometraggi e opere video. Un calderone caleidoscopico in cui il mondo Connettivista continua la sua avventura. Un evento senza programma che si fa nella relazione stessa con il pubblico: dibattiti, sessioni di scrittura collettiva, proiezioni di cortometraggi, reading e tutto ciò che ancora non ha un nome ma che è già in atto nelle menti dei connettivisti.

Tra le molte sorprese previste degna di un rilievo speciale è la performance visiva, musicale, teatrale, emozionale di Paolo “Evertrip” Ferrante: Visione, un percorso di azione teatrale verso l’evoluzione del post-umanesimo: il post-ascetismo.

Tra i Connettivisti presenti ci sarà anche Giovanni “X” De Matteo, vincitore del Premio Urania 2006 con il romanzo Sezione π2.

 

Domenica 20 — Sala A

 

ore 14.30

Cortometraggi: per chi non avesse potuto partecipare il Sabato, i corti saranno riproposti nel pomeriggio di domenica

 

ore 16.30

Star Wars — Dark Resurrection vol. I: un’altra riproposizione per chi si è perso la proiezione di questo capolavoro

 

ore 18.00

La fantascienza a Teatro: incontro con Antonio Sixty, direttore artistico del Teatro Litta che parlerà di Solaris e visioni oblique nel teatro contemporaneo. Un momento per raccontare il legame del teatro con la fantascienza e mostrare che si può fare fantascienza su di un palco.

In scena — Sentinella, ripresentazione dello spettacolo di microteatro tratto dall’omonimo racconto di Fredric Brown.

 

ore 21.00

Conferenza finale — Oltre la singolarità, il postumanismo: Alan D. Altieri, Paolo Attivissimo, Gabriele Rossi e Silvio Sosio parleranno di fantascienza e prospettive future della tecnologia: transumanismo, postumanismo, singolarità, connettività neurale e realtà aumentata. Tutto ciò che ci aspetta all’alba di domani. Verso dove stiamo Accelerando?

 

Domenica 20 — Sala B

 

Ore 16.00

NEXTCON II: riprendono i reading e le performance degli artisti del movimento connettivista. Questa volta sarà l’occasione per la presentazione ufficiale della seconda antologia connettivista: Frammenti di una Rosa Quantica edita dall’Officina Libraria Kipple. Saranno presenti gli autori e l’Editore per parlare dei racconti presenti e per leggerci qualche estratto delle loro fatiche.

 

Ore 17.30

GDR: l’associazione Sesto Continente animerà la sala con presentazione di giochi di ruolo e session di gioco gestite dai loro Master.

 

La partecipazione all’AstraCon 2008 prevede una quota di partecipazione:

Ingresso Giornaliero 10,00 Euro

Ingresso Serale 7,00 Euro

Abbonamento 3 Giorni 22,00 Euro

Abbonamento 2 Giorni 16,00 €

 

Per chi viene da fuori Brianza è prevista la possibilità del pernottamento a prezzi scontati in una struttura convenzionata per l’occasione: “Ristorante Albergo Fantello” a Monza (039.323619).

Il programma è pantagruelico, straripante fantascienza, un fuoco d’artificio di immaginazione futuribile, ma sembra che non sia ancora tutto. Gli organizzatori della Frogram — Eventi di spettacolo sorridono sotto i baffi ma pare che ci sia anche qualcosa d’altro che bolle in pentola, una sorpresa finale, un botto dell’ultimo minuto.

 

Crediamo che l’unico modo per scoprire che cosa si nasconda dentro l’uovo di cioccolato sia andare alla AstraCon 2008.

Ci vediamo lì, ci vediamo all’AstraCon 2008!

Annunci